LA STORIA DELLA SCUOLA GIOVANNI XXIII DI MONTE DI MALO E DI SALIX SRL

A MONTE DI MALO (VI) LA STORIA E’ RICOMINCIATA

Il comune è Monte di Malo, la scuola è la scuola primaria Giovanni XIII e l’azienda è SALIX SRL.

Nella scuola primaria Giovanni XXIII di Monte di Malo il secondo anno di attività per la scuola sostenibile è ripartito sotto il tema della Biodiversità.

Dalla programmazione iniziale si è deciso collegialmente che il 3^ anno sarà dedicato sempre ai temi della Biodiversità e della sostenibilità. Il filo conduttore sarà quello di valorizzare illavoro portato avanti negli anni dagli insegnanti rispetto al territorio, le tradizioni e la conoscenza delle piante del territorio stesso (melo, castagno, noce, ecc…)

Si lavorerà su due temi principali:

  1. biodiversità e recupero colture antiche → realizzazione di un semenzaio
  2. up-cycling: il tema del riuso → costruire una mangiatoia per uccelli, un albergo per gli insetti ed una compostiera con i lombrichi a partire da materiali di recupero.

L’azienda Salix srl di Monte di Malo ha adottato la scuola Giovanni XXIII credendo fortemente nel Valore Condiviso della Sostenibilità Ambientale. Nell’anno della biodiversità Salix srl darà il suo contributo per la sostenibilità con la consulenza per la piantumazione di piante officinali ed aromatiche negli spazi antistanti la scuola.

Lo scorso maggio Salix ha portato in fiera a Ginevra Adotta la scuola, infatti i/le bambini/e hanno preparato un bellissimo gadget con la carta riciclata! Salix ha fornito il materiale riciclato, la scuola Giovanni XIII, la creatività!

Ranette, simbolo di Salix

Ranette, simbolo di Salix

Per il 3^ anno di attività l’azienda provvederà a piantumare delle piante aromatiche, progetto già iniziato l’anno scolastico precedente, per poi fare la distillazione della lavanda con i/le bambini/e.

 

Il Comune di Monte di Malo coglie l’importanza e i benefici che questo progetto può portare, sia come risparmio nelle bollette, sia come ricaduta sociale dell’educazione delle piccole generazioni, cittadini di domani.